Passeggiare, riposare, chiacchierare o semplicemente 'passare di lì'... ma che sia una bella esperienza. Con l'ardesia ogni luogo è più bello.
Già nelle grandi città del passato gli spazi aperti quali strade e piazze erano "arredate" con oggetti o componenti al servizio del pubblico. A cominciare, ovviamente, dalla lastricatura, per passare a marciapiedi, fontane e panche. Il concetto di arredo urbano risulta dunque antico quanto le prime grandi civiltà ed è un'espressione di cultura che va, necessariamente, di pari passo con la storia dell'uomo e con le sue necessità. L'attuale idea di arredo urbano vuole sommare l'estetica alla praticità. Anche la semplice pavimentazione può risultare più o meno evoluta nella sua disposizione grafica, e gli spazi di sosta possono risultare abbelliti da fioriere, panche e tavoli. L'ardesia si presta in maniera particolare a questi tipi di utilizzo, che esaltano la solida linearità della materia e la sua considerevole resistenza agli agenti atmosferici.

Si ricrea così il "salotto buono" della città che, in Fontanabuona così come le vie principali di Chiavari o Lavagna, risulta elegantemente "arredato" con componenti in ardesia, la pietra tipica di queste montagne.